GASTONE BIGGI

Nasce a Roma nel 1925, attualmente vive e opera a Langhirano (Parma). Dopo aver conseguito il diploma di Liceo artistico nel 1945 inizia a dipingere, pur coltivando interessi musicali. Inizia sotto l’egida del realismo, nell’immediato dopoguerra, credendo fermamente nella valenza sociale dell’arte e avvicinandosi al gruppo di Portonaccio, condividendo le istanze poetiche di Vespignani e Muccini (1953) e poi facendo parte del Gruppo 56. Con le Cancellate e le Sabbie, realizzate fra il ’57 e ’58 approda all’astrattismo, poggiandosi anche sugli studi di psicologia della forma. Agli inizi degli anni Sessanta, insieme a Dorazio, Turcato, Scialoja, può considerarsi uno dei protagonisti dell’arte astratta italiana. Nel 1962 fonda con Carrino, Frascà, Pace, Santoro e Uncini il Gruppo Uno che trova una nuova strada non figurativa dopo l’Informale. È la teoria della Gelstalt, l’analisi della percezione visiva, a guidare l’attività creativa. La direzione scelta da Biggi è quella dell’unione fra due termini apparentemente contraddittori: il suo sarà infatti un “Realismo astratto” che verrà codificato anche in un manifesto tardivo (2005). Colature, Continui, Variabili, Ritmi, Cieli sono i cicli cui viene affidato il gesto che sempre si compone di casualità e controllo. La consonanza di intenti è adesso con la Optical Art. Dopo un soggiorno negli Stati Uniti, realizza la Suite americana (1989-1990). Fra le sue opere più conosciute, la serie dedicata a Guerra e Pace del 2005/06: una disamina del disagio del vivere contemporaneo. Alla pittura, l’artista ha sempre affiancato una ricca produzione di scrittore e critico, con rubriche su quotidiani e riviste specializzate. Fra le principali presenze: Quadriennale di Roma, Rassegna Grafica Italiana in Venezuela (museo di Ciudad Bolivar e al Palcio de la Industrias Sabana Grande), l’antologica a Como, Palazzo Ducale (1999) e quella di Palazzo sant’Elia a Palermo nel 2010. Nel 2004, per Skira, è uscita una monografia sulla sua opera a firma di Arturo Carlo Quintavalle.

Le opere di GASTONE BIGGI