I “SILLABARI” DI PARISE SECONDO ANNA CARUSO

5 maggio 2016

Dal 5 Maggio al 19 giugno, lo Studio d’Arte Cannaviello di Milano ospita la mostra della giovane artista Anna CarusoS·I·L·L·A·B·A·R·I di Goffredo Parise.
Trenta opere – 15 tele, 1 libro disegnato e carte ad acrilico – dedicate al capolavoro dello scrittore veneto, nel trentennale della sua scomparsa, da cui Anna Caruso prende spunto partendo da alcuni racconti per poi sviluppare un proprio racconto per immagini.

Il terreno su cui la Caruso si muove è da sempre quello della memoria, delle immagini familiari, della rielaborazione della realtà come specchio dei sentimenti e delle esperienze personali. L’opera letteraria di Parise si fonde con le sue suggestioni pittoriche, che prendono spunto da alcuni stralci biografici dello scrittore, come il suo rapporto con l’artista e compagna Giosetta Fioroni, che compare anche in alcuni dipinti.

La vita della Fioroni e di Parise si sommano dunque alle figure e alle apparizioni che da sempre animano il lavoro di Anna Caruso, arricchendola di elementi narrativi che sembrano riportar sempre a uno stato sospeso fra sogno e realtà.

Il catalogo, pubblicato dalle edizioni All around art, presenta i testi del curatore, Flavio Arensi, e di Lorenzo Respi.
L’artista ha anche già collaborato con Editalia, che ha realizzato un suo multiplo in fotoceramica, presentato anche recentemente ad ArteFiera Bologna.

Ti potrebbe interessare anche