CARLA ACCARDI  MISTERO IN-FORME

Autore: CARLA ACCARDI
Collezione: Qui arte contemporanea
Tecnica: collage su cartone
Dimensioni: cm 35x80, spessore mm 6
Tiratura: 60 esemplari, VII numeri romani di competenza dell’Artista e 5 Pda per Editalia
Anno: 2012
Monografia: Apri

L’arte della Accardi, sempre alla ricerca di un’armonia di forme pure, è connotata da una sistematica ricerca ed esaltazione del segno-colore il quale, come in questa opera, definisce lo spazio pittorico che spesso finisce per identificarsi, anche dal punto di vista del supporto, nella natura stessa delle forme. Mistero in-forme nasce dal dialogo e dalla composizione di sagome curvilinee diverse, sia dal punto di vista della forma sia da quello del colore; la Accardi ha isolato alcuni segni che ha sagomato e colorato su cartone. Il multiplo è stato realizzato dalle abili mani di Romolo e Rosalba Bulla, stampatori d’arte d’eccellenza, che hanno seguito il bozzetto e le indicazioni dell’artista per definire le forme e i diversi colori; hanno preparato la matrice di cartone viola sagomata e colorata a mano sulla quale hanno adagiato i due collage rossi ottenendo l’opera che rappresenta un dialogo serrato e vitale di segni astratti.

Stampa

La stampa in ambito artistico è una tecnica con la quale vengono create e moltiplicate opere d’arte mediante l’utilizzo di matrici incise. Molto vario è il mondo delle tecniche di incisione che si definiscono per il materiale della matrice: incisioni calcografiche (acquaforte, acquatinta, ceramolle ecc.), xilografie, litografie, serigrafie. E la stampa fine art. Oggi le tecniche incisorie non sono affatto cambiate: venuta meno la loro stretta funzione di “moltiplicatori d’immagine” in seguito all’avvento della fotografia, continuano a essere un mezzo espressivo d’elezione per molti artisti. Lo stampatore ricopre un ruolo fondamentale interpretando il segno artistico con la sensibilità dell’artigiano.

Scopri il mestiere dell'arte
CARLA ACCARDI

CARLA ACCARDI

Nasce a Trapani nel 1924, artista tra le più rappresentative del secondo dopoguerra italiano, alfiere dell’astrattismo e pioniera del femminismo insieme alla scrittrice Carla Lonzi. Dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Palermo e un inizio figurativo, nel 1947 fonda con Attardi, Consagra Dorazio, Guerrini, Perilli, Sanfilippo (che sposa nel ‘49) e Turcato, il Gruppo Forma 1 (“Ci interessa la forma del limone, non il limone”, si legge sulla dichiarazione di intenti). Esordisce con la prima personale nel 1950 alla Galleria Numero di Firenze, ed espone poi alla Libreria Salto di Milano dove era nato il Mac, movimento arte concreta. Lavora in ambito cubista, quindi astratto-concreto fino al 1952 e dal 1954: la sua pittura è segnica, caratterizzata da ... Scopri l'artista

Altre opere dell'artista

Ti potrebbe interessare anche